Progettare la intranet di una worldwide company del settore luxury

Da marzo 2022 Ariadne Group ha lavorato allo sviluppo della nuova intranet di una company worldwide che opera nel settore luxury, e che oggi conta circa 150.000 dipendenti.

Obiettivo

L’obiettivo del progetto era, costruire un nuovo workplace digitale, accessibile ovunque sia da desktop che da mobile, per favorire la comunicazione e la cooperazione tra i dipendenti. Il precedente strumento era molto diffuso e ampiamente utilizzato, pertanto uno degli obiettivi è stato quello di accompagnare il business durante il processo di change management.

Funzionalità dedicate a comunicazione e personalizzazione

Nell’arco di dieci mesi sono state progettate, disegnate e sviluppate le seguenti diverse funzionalità:

  • Comunicazione corporate
  • Comunicazione locale
  • Personalizzazione
  • Profilazione
  • Sezione app & link
  • Rubrica
  • Communities.

Dinamiche di progetto

In un progetto di questa estensione, c’erano diverse complessità da considerare. Innanzitutto le deadline erano alquanto sfidanti: il vincolo progettuale prevedeva infatti che tutto fosse rilasciato in produzione entro dicembre 2022. Nonostante i normali imprevisti, le scadenze sono state rispettate.

Un altro aspetto da considerare era il contesto internazionale, poiché il team di progetto ha coinvolto altri team europei e non solo, con una varietà significativa di dinamiche da gestire.

È stato poi necessario, in pochissimo tempo, intervistare e raccogliere i requisiti di decine di editori e amministratori di siti locali esistenti sulla vecchia intranet, per riportare il pregresso in una forma nuova e più funzionale. Parallelamente c’era un gran numero di interlocutori IT con cui interfacciarsi, poiché molte sono state le tecnologie utilizzate per sviluppare la nuova intranet.

I team coinvolti di cui coordinare il lavoro, sono stati circa 15 per le diverse aree funzionali tra cui: sviluppo, infrastruttura, security, performance, accessibilità, analytics, UX, UI e contenuti.

In quali ambiti ha operato Ariadne Group?

Per la parte di Project Management, coordinata dalla PM Valentina Oliviero, ci siamo occupati di pianificazione, monitoraggio del piano e adattamento alle variabili. Essenziale è stato poi l’organizzazione delle risorse interne di Ariadne e di tutte le altre società coinvolte, per svolgere in modo ottimale anche il ruolo di riferimento per business, oltre a quello di riferimento unico in affiancamento al responsabile interno della company.

I team di UX e UI di Ariadne Digital, sotto la direzione della UX Designer Silvia Rossi, hanno svolto un importante lavoro di interviste e di raccolta dei requisiti per la stesura di un’analisi funzionale precisa. Abbiamo quindi realizzato il design della User Experience rispettando le esigenze espresse, seguendo l’analisi svolta del pregresso, e completato il design della User Interface con il supporto operativo di Eighty-Twenty. Anche in questo ambito siamo stati il riferimento principale per il Team interno della company.

Per quanto riguarda lo sviluppo Front-End, i team di Ariadne Digitale e Ariadne IT, sotto la guida del Technical Manager Eugenio Ferrari, hanno strutturato il disegno architetturale della piattaforma con l’utilizzo del pattern BFF (Backend For Frontend), che implica il completo disaccoppiamento (anche tecnologico) tra back-end e front-end.

È stata impiegata poi un’Infrastruttura basata su container orchestrata da Kubernetes, in cloud Azure, e tutte le componenti software sono state rilasciate tramite Jenkins.

In base al tipo di architettura, abbiamo deciso di sviluppare il front-end come Single Page Application in React e, a differenza di precedenti esperienze, al posto del framework Create React App la scelta è ricaduta sul più moderno Vite. Il tutto è stato coordinato dal dai team di Ariadne Digital e IT .

Nel complesso, è stato necessario coordinare le risorse di tutte le diverse aree nell’ottica di rendere ottimale la collaborazione e l’interazione tra team.: Ci siamo occupati anche della fase di testing, con la definizione di una suite di test per ogni area funzionale dell'applicazione e l’utilizzo del servizio BrowserStack per il testing multi-device.

Infine, abbiamo completato l’inserimento e l’adattamento dei contenuti già esistenti sulla precedente intranet alle nuove metafore implementate.